CALENDARIO 2014 CON SANTI E FASI LUNARI PDF

Al termine della selezione, accedere al menu e scaricare tutte le voci contemporaneamente sul nostro pc o spostateli in una cartella temporanea che avremo creato appositamente. Uno degli aggiornamenti che Microsoft ha installato su Windows Xp, 7 e 8. Ci viene in soccorso una piccola utility che esegue tutto automaticamente in pochi secondi: GWX Stopper. Leggi tutto Come visualizzare tutti i font? Questi software a pagamento offrono hanno anche le applicazioni per i dispositivi mobili tablet e smartphone. Leggi tutto Una password per tutte le password.

Author:Kagarg Mehn
Country:Uganda
Language:English (Spanish)
Genre:Automotive
Published (Last):6 December 2013
Pages:380
PDF File Size:10.80 Mb
ePub File Size:19.54 Mb
ISBN:858-8-95223-566-9
Downloads:75688
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Fenrigul



Fece la sua apparizione nel paese all'inizio del XVII secolo , introdotto dai missionari cattolici , e specialmente dai gesuiti , che si spingevano in Sudamerica con il fine di evangelizzare e catechizzare i popoli indigeni nativi.

Lungo il periodo coloniale ebbe vigore una stretta unione fra Chiesa e Stato. L'arte barocca fu un'arte essenzialmente funzionale, prestandosi molto bene ai fini a cui doveva servire: oltre alla sua funzione puramente decorativa, facilitava l'assorbimento della dottrina cattolica e delle pratiche tradizionali da parte dei neofiti, rappresentando un efficiente strumento pedagogico e catechetico.

Da quando gli intellettuali modernisti iniziarono, agli albori del XX secolo , la rivisitazione del barocco brasiliano, un gran numero di edifici e di patrimoni artistici sono stati protetti dal governo, mediante l'archiviazione, la musealizzazione o altri processi, che attestano il riconoscimento ufficiale dell'importanza del barocco per la storia della cultura brasiliana.

Nonostante la sua importanza, buona parte del patrimonio materiale del barocco brasiliano si trova in cattivo stato di conservazione ed esige restauro e altre misure di conservazione, verificandosi spesso perdite o degradazione di esemplari di valore in tutte le discipline artistiche. Le strutture monumentali erette durante il barocco, come i palazzi e i grandi teatri e chiese , cercavano di creare un impatto di natura spettacolare ed esuberante, proponendo un'integrazione fra le varie discipline artistiche e catturando l'osservatore in un'atmosfera catartica , apoteotica , coinvolgente e appassionata.

Nacque il barocco, quindi, in un clima di lotta e conquista, ma non meno dell'abbagliamento di fronte al magnifico paesaggio, sentimento che fu dichiarato dai colonizzatori fin dal principio. Il barocco in Brasile fu opera di una complessa rete di influenze europee e adattamenti locali, sebbene in generale colorite dall'interpretazione portoghese dello stile.

Nel Nuovo Mondo tutto doveva ancora essere fatto. I religiosi attivi in Brasile, oriundi di diversi paesi, contavano nelle loro schiere molti letterati, architetti, pittori e scultori, in generale godevano di una buona istruzione e di talento, che contribuirono in modo decisivo allo sviluppo del barocco brasiliano. Portarono nella colonia la loro variegata formazione, che avevano ricevuto in Spagna , Italia e Francia , oltre che nello stesso Portogallo, e agirono come divulgatori.

In Europa, la Chiesa cattolica fu con le Corti la maggiore mecenate dell'arte del tempo. Costruirono grandi chiese lussuosamente decorate, commissionarono composizioni musicali per la liturgia e dinamizzarono immensamente tutto l'ambiente culturale, e chiaramente dettarono le regole nella tematica e nello stile della rappresentazione delle figure del Cristianesimo : in questo modo la Chiesa fu al centro dell'arte coloniale brasiliana, in cui l'espressione profana di livello notevole rimase rara.

Oltre alla bellezza delle forme e alla ricchezza dei materiali, durante l'epoca barocca il Cattolicesimo diede enfasi all'aspetto emozionale del culto.

In Brasile il modello fu adattato, mantenendo lo schema della navata unica, ma prescindendo dalla cupola e dal transetto e favorendo i campanili.

Tuttavia, se i gesuiti rimanevano abbastanza fedeli al modello italiano originario, i francescani si permettevano di introdurre variazioni nelle facciate, che potevano essere precedute da un portico o da un pronao , in quanto il campanile trovava posto sul lato posteriore. All'interno, il presbiterio francescano tendeva a essere meno profondo di quello gesuitico, e l'assenza di navate laterali poteva essere compensata da due stretti deambulatori longitudinali.

Negli interni la decorazione guadagnava in ricchezza, ma gli schemi erano piuttosto statici, in quello che prese il nome di stile nazionale portoghese. Chiesa di San Francesco , a Salvador. Chiesa matrice di Sant'Antonio , a Recife. Chiesa de Santa Rita da Cascia , a Paraty. Chiesa del Rosario , a Serra Talhada. In questa semplice struttura, non raramente sopraelevata fino a quattro piani, i tratti distintivi del barocco possono essere facilmente rintracciati in alcuni dettagli, come i tetti curvi con cornicioni che terminano in punte frastagliate, gli archi a sesto ribassato per porte e finestre, cornici e gelosie ornamentali alle finestre, in alcune pitture decorative e nelle pareti coperte di azulejo ; di regola quindi la residenza coloniale aveva una struttura molto austera ed era parcamente arredata e decorata.

Inoltre nei primi secoli della colonizzazione buona parte dei portoghesi si trasferiva in Brasile con l'intenzione di rimanere soltanto per una stagione e di ritornare in Portogallo non appena avesse fatto fortuna. Abitazioni nel centro storico di Salvador. Vi si ebbe una profusione di nuove chiese, a differenza del litorale in cui edifici preesistenti venivano adattati o ristrutturati.

Tuttavia, tali elementi andranno verso a una consumazione verso la fine del ciclo. La Cattedrale di Mariana. Santuario di Bom Jesus de Matosinhos , Congonhas. Sembra che fino all'avvento dell'impero predominasse una forma di corporazione simile alla gilda , organizzata nella seguente maniera: il maestro era a capo della gerarchia, era il responsabile finale delle opere e della formazione e abilitazione degli apprendisti; seguiva in ordine gerarchico l'ufficiale, un professionista preparato, ma senza l'esperienza per portare a termine opere di rilievo; poi vi erano gli ausiliari, i giovani apprendisti, e gli schiavi costituivano la base della manovalanza.

Come avveniva per tutte le arti, la Chiesa cattolica fu la maggiore committente della pittura coloniale. Per la Chiesa, compiti di base della pittura erano quelli di agevolare la catechesi e di confermare la fede dei credenti.

Il disegno, nella concettualizzazione dell'epoca, apparteneva alla sfera della ragione e definiva l'idea da trasmettere, mentre il colore forniva l'enfasi emozionale necessaria a una migliore efficacia funzionale del disegno. Ogni scena presentava elementi simbolici che costituivano un linguaggio visivo, ed erano usati come parole nella costruzione di una frase. Il significato di tali elementi era, all'epoca, di dominio pubblico.

Gran parte dei dipinti barocchi brasiliani fu realizzata a tempera o a olio su tavola o su tela, e inserita nella decorazione in legno intagliato. Di regola erano di fattura rustica, commissionati dai devoti ad artigiani popolari, o realizzati dagli stessi fedeli, in segno di riconoscenza per qualche grazia ricevuta o in pegno di qualche promessa.

Il XVIII secolo vide la pittura fiorire in quasi tutte le regioni del Brasile: si gettano i semi delle scuole regionali ed emergono notizie di un maggior numero di artisti. Di questi, quasi soltanto i missionari educati in Europa, che furono i primi professori di pittura del Brasile.

Lo si ritiene un pioniere nell'organizzazione di un'estetica nativa; dipinse un soffitto molto lodato nella chiesa di San Francesco di Ouro Preto, oltre ad aver lasciato molte altre opere meritevoli. Verso la fine del secolo, i colori vanno gradualmente perdendo spazio, e nel XVIII secolo si diffuse il pannello pitturato solo d'azzurro, con tessere di minore dimensione ma con una ricca cornice ornamentale.

In questa fase i pannelli diventano narrativi, con composizioni figurative complesse e una tematica diversificata, spesso con scene profane, storiche, paesaggi e allegorie. Questa iconografia fu in generale ricavata da stampe e incisioni. Azulejos al Convento di San Francesco di Olinda. Il barocco diede origine a una vasta produzione di statuaria sacra. Parte integrante della pratica religiosa, la statuaria devozionale trovava spazio sia in chiesa sia nelle dimore private.

Ma dal XVI secolo cominciarono a formarsi scuole locali di scultura, gestite principalmente da religiosi francescani e benedettini , ma con alcuni artigiani laici, che lavoravano principalmente l' argilla. La tecnica dell'epoca esigeva che le opere di argilla fossero modellate compattamente, con un rilievo basso e senza parti sporgenti, che si potevano facilmente rompere durante la cottura. L'argilla fu usata soprattutto all'inizio, sebbene non sia mai stata completamente abbandonata, e la pietra fu impiegata raramente, e riservata alla decorazione delle facciate e dei monumenti pubblici.

La maggior parte delle opere sopravvissute rimane anonima; di solito non erano firmate e le analisi stilistiche spesso non sono sufficienti per determinare con precisione la loro origine, in quanto l'iconografia seguiva canoni convenzionali che si ripetevano dappertutto e l'interscambio delle opere attraverso il paese era consistente; tuttavia, alcuni nomi furono tramandati dalla tradizione orale o mediante le ricevute del pagamento delle opere.

Di regola le statue erano dipinte con colori vivaci e non di rado erano dorate; venivano anche decorate con ornamenti accessori come corone e raggiere in argento e oro , che potevano essere tempestati di pietre preziose. Potevano anche avere occhi di vetro, denti d' avorio e vestiti di tessuto. Per la pittura l'effigie in materiale grezzo riceveva una mano di un preparato a base di argilla e colla , noto come bolo armeno , che ricopriva i pori del legno o dell'argilla e rendeva la superficie liscia per il passo successivo.

Se le vesti della figura dovevano essere dorate, erano applicate sullo strato di bolo armeno finissime foglie d'oro, che potevano essere lucide per conferire brillantezza, oppure no, dando luogo a una doratura scura. Sull'oro o sull'argento era stesa la tinta, olio o tempera oleosa, e per rendere visibile il metallo prezioso sottostante la tinta era rimossa nelle parti necessarie, il che rendeva possibile il disegno di intricati motivi floreali o astratti, che imitavano broccati e bordatura di panni, che davano all'effigie un aspetto sontuoso, secondo il gusto barocco.

A questa decorazione particolare si diede il nome di " estofamento ". La statuaria privata spesso era intronizzata in cappelle od oratori, che potevano arrivare a essere mobili lussuosi e molto ornati. Oppure si potevano aggiungere vestiti di seta e bordature d'oro e di pietre preziose e semipreziose o corone, raggiere e insegne.

Un altro tipo di statuaria che fu molto popolare fu il gruppo del presepio. Alcuni presepi brasiliani arrivarono a contare decine di figure, con molte scene parallele e uno scenario miniaturizzato per contestualizzarle. Spesso acquisisce proporzioni monumentali e si modifica in relazione agli spazi architettonici interni. Fu nel Nord-est, soprattutto a Salvador e a Recife, che diede i primi frutti importanti.

Alla base degli altari vi era una cassa o una mensa decorata, che poteva essere sostituita da colonne di sostegno. Gli altari maggiori potevano raggiungere una grande imponenza. Un eccellente esempio dello stile giovannino si trova nella chiesa del Terz'Ordine di San Francesco , a Rio de Janeiro.

Sopravvive anche una ricca collezione di oggetti liturgici di carattere scultoreo prodotti in metallo, generalmente in argento: candelieri , lampadari , turiboli , navicelle , tabernacoli , croci processionali e ostensori. Dettaglio dell'interno della chiesa di San Francesco di Salvador. Altar maggiore della basilica di San Benedetto a Olinda. Importante mobile intagliato nel Convento di San Francesco di Olinda. Il Portogallo non si prendeva cura dell'istruzione nelle colonie.

Circolavano soltanto quei libri che avevano passato la censura governativa: principalmente vite di santi, catechismi, qualche innocente romanzo cavalleresco, lunari e almanacchi, compendi di latino , logica e legislazione. La scarsa letteratura prodotta durante il periodo barocco fu dovuta principalmente ai sacerdoti, alcuni dei quali di elevata erudizione, o nell'ambito di qualche famiglia nobile o abbiente, agli ufficiali di governo, che potevano concedersi il lusso di studiare in Europa, e la sua fruizione non oltrepassava questo circolo ristretto.

In alcuni punti del litorale, durante un breve periodo, si udirono anche l' olandese e il francese. Le lingue degli schiavi africani invece furono severamente represse, ma poterono sopravvivere timidamente in forma dissimulata, usate nelle feste e nei riti africani praticati di nascosto dai bianchi.

Infine la lingua erudita dell'epoca rimaneva il latino, la lingua ufficiale della Chiesa, del diritto e della scienza, l'unica usata nel sistema educativo superiore. Fece anche uso di un lingua colta e piena di figure retoriche , senza tralasciare di esibire influenze classiciste e manieriste.

Fu soprannominato "La bocca dell'Inferno" per le sue critiche mordaci ai costumi dell'epoca. In queste non solo difende gli indios, ma soprattutto attacca i suoi rivali, i domenicani , per mezzo di un abile concatenazione di immagini evocative.

In alcune riduzioni del Sud giunse a fiorire una ricca vita musicale, ma in generale la musica praticata dai missionari fra i nativi era abbastanza semplice e prevedeva essenzialmente il canto omofonico , che molte volte faceva parte di rappresentazioni teatrali a scopo didattico.

Poco dopo fu introdotto un accompagnamento elementare composto da flauti e da viole de arame. Sono note diverse relazioni ammirate di viaggiatori sulle orchestre di negri e mulatti che suonavano alla perfezione brani eruditi europei. Molti di loro, oltre a eseguire, componevano, e fra loro vi furono alcuni dei maggiori compositori del periodo; tuttavia non si possono reperire tracce della loro cultura etnica originaria de sua etnia nella loro produzione, tutta orientata verso i modelli europei.

Alcune confraternite divennero molto ricche, arrivando a disporre di orchestre complete e a possedere chiese proprie sfarzosamente decorate. Sebbene le confraternite si organizzassero autonomamente, la musica che eseguivano nasceva da commissioni e restava sempre sotto la tutela della Chiesa, che attribuiva a ciascuna confraternita l'incarico di accompagnare musicalmente feste e cerimonie specifiche, tramite l'ingaggio di un maestro principale per tutto l'anno.

Questa forma di ingaggio era chiamata estanco , e equivaleva a un monopolio. Le forme della musica sacra colta in Brasile corrispondeva a quelle europee: messe , litanie , mottetti , salmi , responsori , inni , e avevano, come le altri arti barocche, una natura funzionale: dovevano stimolare la devozione dei fedeli ed erano un importante elemento catalizzatore ed evocativo in un culto spettacolarizzato, nello scenario sontuoso delle chieses o nelle colorite e movimentate feste all'aria aperta.

Nel frattempo, anche la musica profana conobbe una fioritura ricca e sofisticata. Si rendeva presente in molte occasioni domestiche, nelle feste civili, nelle cerimonie ufficiali, mescolandosi alla musica popolare. Occorre menzionare altri nomi importanti. Le prime manifestazioni teatrali importanti in Brasile avvengono nell'epoca di transizione dal Manierismo al Barocco e nascono come strumento di catechesi.

La sua produzione si inserisce nella concezione gesuita della catechesi scenica, sistematizzata dal padre Francisco Lang nella sua Dissertatio de actione scenica.

Nel caso di Anchieta, il teatro di Gil Vicente fu un altro riferimento importante. Gli intrecci erano tratti in genere dalla Bibbia e dall' agiografia cattolica; la storia della Passione di Cristo lungo la Via Crucis era della massima importanza. Inizialmente non vi erano edifici teatrali e le rappresentazioni erano usualmente all'aria aperta, nelle piazze di fronte alle chiese, o lungo le processioni , con l'ausilio di scenari mobili installati su carri allegorici che accompagnavano i fedeli.

Le processioni vedevano una viva partecipazione popolare, in un movimento integrato fra attori e pubblico. La moltitudine prende forma, organizzata nella gerarchia delle sue funzioni, del lustro e della condizione sociale. Tutti alla stessa cadenza, marcata dai cori polifonici e dai clamori della fede, grida, viva, lacrime e confessioni spontanee di peccati e vizi inimmaginabili La notte si davano rappresentazioni teatrali, recite, canti, danze e mascherate.

Le coreografie formali dei minuetti e delle contraddanze nei saloni si convertivano in moresche e lundu nelle verande e da queste ai congo , batuque e cucumbi nelle case di campagna e nelle aie.

DAVID FOSTER WALLACE OCTET PDF

Barocco in Brasile

Fece la sua apparizione nel paese all'inizio del XVII secolo , introdotto dai missionari cattolici , e specialmente dai gesuiti , che si spingevano in Sudamerica con il fine di evangelizzare e catechizzare i popoli indigeni nativi. Lungo il periodo coloniale ebbe vigore una stretta unione fra Chiesa e Stato. L'arte barocca fu un'arte essenzialmente funzionale, prestandosi molto bene ai fini a cui doveva servire: oltre alla sua funzione puramente decorativa, facilitava l'assorbimento della dottrina cattolica e delle pratiche tradizionali da parte dei neofiti, rappresentando un efficiente strumento pedagogico e catechetico. Da quando gli intellettuali modernisti iniziarono, agli albori del XX secolo , la rivisitazione del barocco brasiliano, un gran numero di edifici e di patrimoni artistici sono stati protetti dal governo, mediante l'archiviazione, la musealizzazione o altri processi, che attestano il riconoscimento ufficiale dell'importanza del barocco per la storia della cultura brasiliana.

KRESLEY COLE THE CAPTAIN OF ALL PLEASURES PDF

Le CCI in Oceania Vi sono, inoltre, le politiche di partenariato con le Regioni e progetti promozionali organizzati in collaborazione con le principali Associazioni di categoria. Per essere sempre accanto a chi sa guardare lontano. Le politiche economiche degli ultimi 4 anni hanno generato una crescita, segnando una ripresa dal , anche se la crescita sostenibile rimane un obiettivo che si tenta di raggiungere.

CARCASSONNE HUNTERS GATHERERS RULES PDF

.

Related Articles